Diaspora… questa parola in realtà riporta a ricordi negativi, popoli costretti a migrare da uno stato ad un altro…. La più famosa è quella ebraica.

Ma diaspora oggi è un termine legato anche al mondo dei social network: la diaspora degli utenti di Faceebook. Questo, per lo meno, è quello che spera un gruppo di 4 studenti, da cui nasce l’idea di un nuovo social network (l’ennesimo!!!).

“Ridateci la nostra privacy”, questo il motto che sta alla base del nuovo progetto. I 4 studenti hanno dichiarato di aver voluto creare un social network con le stesse caratteristi di Google, ma che al contempo garantisca la privacy dei propri utenti.

Nel maggio del 2010, gli ideatori, hanno messo il proprio progetto su kickstarter.com, una piattaforma di crowdfunding, ricevendo finanziamenti per $200.000 in pochissimi mesi. Il loro obiettivo era di raggiungerne 10.000. A sorpresa tra i finanziatori compare anche Mark Zuckerberg, creatore di Facebook, il quale si rivedrebbe in loro, stando a quanto lo stesso Zuckerberg ha dichiarato.

L’utente sarà l’unico responsabile dei propri dati e deciderà quali pubblicare.

Importante è notare che non esiste un unico “contenitore” dei dati degli utenti, ma ogni profilo viene pubblicato dall’utente, un po’ come succede con le reti p2p. I dati potranno anche essere depositati su server, scelti dall’utente che, in questo modo, non sarà obbligato a tenere acceso il computer per tutto il giorno.

Al momento, diaspora, è ancora in fase embrionale. Sul sito http://www.joindiaspora.com/ è possibile vedere la roadmap del progetto ed alcuni screenshot.

Diaspora è scritto in Ruby, il codice viene in opensource. Da github è possibile scaricarlo, installarlo e provarlo.

Per gli utenti di Facebook che vorrano “migrare” verso diaspora, sarà reso disponibile un tool per eseguire l’import automatico dei dati verso diaspora.

La sfida sa tanto di lotta fra Davide e Golia, ma anche un uccellino è riuscito ad entrare nell’Olimpo dei Social Network senza troppa fatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *