Partiamo dal presupposto che dietro ogni fotografia c’è un messaggio. Un messaggio che il fotografo vuole dare a chi guarda la sua fotografia.
E questo messaggio c’è dietro anche le fotografie scattate durante le vacanza: “qui siamo io e Camilla mentre mangiamo sulla spiaggia di Santa Maria di Leuca”. Ma pensate alle fotografie che fate ai vostri figli durante il saggio di danza o di chitarra, nella nostra testa si formano frasi del tipo: “questa è Alessandra al suo primo saggio di danza, guarda com’è agitata” oppure “lui è Luca mentre suona la chitarra in pubblico per la prima volta”.

Aggiungiamo un altro presupposto: la fotografia è un modo di comunicare, esattamente come la lingua, ha solo dei canali diversi per essere trasmessa. La lingua usa le parole, la fotografia usa le immagini.
Ma, come nel caso delle comunicazione verbale, i partecipanti ad una conversazione devono conoscerne la lingua, anche i partecipanti alla nostra ipotetica conversazione basata su immagini, devono conoscere la grammatica sulla quale la “lingua” della fotografia si basa.


Image by actionlovr

Torniamo al nostro parallelismo iniziale: cosa succederebbe se questo post fosse scritto con frasi del tipo: “ci è una tipo di fotografia che possa essere utilizzato per lo descizione delle avvenimenti della nostre vita”?
Il senso della frase è assolutamente intuibile, ma leggerla è complicato e rischiamo di perdere la concentrazione e di non capirne il senso fino in fondo e di perdere, quindi, parte del messaggio che voleva essere trasmesso dall’autore della frase.

Una serie di regole per la costruzione delle frasi la chiamiamo grammatica, una serie di regole per costruire immagini che abbiano impatto, che trasmettano qualcosa a chi le guarda la chiamiamo composizione.


Image by baboon

Imparare a comporre le proprie fotografie è essenziale. Spesso osare anche qualche composizione “particolare” può aiutarci nel nostro intento. Pensate al risveglio di una bambina che ha pochi giorni di vita: è il centro dell’attenzione dei genitori e di tutti quelli che le stanno intorno, non trovate?


Image by fensterbme

Ma anche ordinare (o trovare l’ordine) gli oggetti presenti in una fotografia, perché portino lo sguardo di chi la guarda verso quello che secondo noi è il soggetto più interessante della fotografia stessa.


Image by fensterbme

One thought on “La composizione fotografica e la grammatica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *