Sembra una domanda stupida, ma la risposta non è così scontata. Il sistema di messa a fuoco della nostra macchina fotografica, spesso fallisce e spesso l’unica soluzione è quello di disineserirlo e tornare a mettere a fuoco come si faceva una volta, con lo specchio smerigliato.
Le situazioni in cui maggiormente si riscontra questo problema sono:

  • Macro in questo caso la messa fuoco manuale è la più consigliata. Normalmente quella automatica proprio non vuole capire cosa stiamo tentando di inquadrare.
  • Mancanza di luce quante volte vi siete incavolati perché avete dovuto scattare con il flash e non siete riusciti a mettere a fuoco il soggetto! In questa situazione spesso risulta difficile mettere a fuoco anche manualmente
  • Ritratti Spesso accade che il nostro sistema AF tenti di mettere a fuoco i punti più disparati, meno quelli che ci interessano. Il risultato sono occhi sfuocati, ma nasi perfettamente a fuoco o, ancora peggio, ci si trova ad aver messo a fuoco punti fuori dal viso del soggetto che risulta completamente sfuocato 🙁
  • Vetro Mettere a fuoco un soggetto al di la di un vetro con il sistema AF è una vera e propria impresa. I riflessi che si formano fanno letteralmente impazzire anche il chip con il programma migliore
  • Fotografia d’azione Mettere a fuoco un’auto in corsa (come in questo caso) è una vera e propria impresa se non si vuole rinunciare all’autofocus.

One thought on “Autofocus o messa a fuoco manuale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *