Se scattate immagini in HDR o create panoramiche partendo da più scatti, questo articolo fa per voi 🙂
Lightroom permette di raggruppare le immagini, secondo delle regole date dall’utente. Questa funzione può essere utilizzata per raggruppare fotografie simili, per fare in modo che la griglia di preview della library non sia “intasata” di immagini oppure quando si crea una copia virtuale di una fotografia, l’originale e la copia vengono raggruppate automaticamente dal software.
La cosa che maggiormente infastidisce di questa funzione è il fatto che per raggruppare le fotografie sia necessario andare in giro per la nostra library, scegliere le fotografie che per noi sono simili e selezionare il comando di “stack”. Il problema è quando il numero di fotografie cresce a dismisura, questa operazione porta via un sacco di tempo e, alla fine, la voglia è quella di lasciare le cose come stanno.

Fortunatamente i programmatori della Adobe hanno pensato anche a questo ed hanno inserito la funzione di “auto-stack” all’interno di Lightroom.
Tale funzione permette di raggruppare le fotografie in base all’ora  nella quale le fotografie sono state fatte, permettendo di impostare l’intervallo di tempo entro il quale definire “simili” le fotografie.

Esempio pratico: questa è una panoramica che ho scattato
poco tempo fa alla Piazza della Cattedrale a Cremona.

Cremona Piazza del Duomo

La foto è composta da 9 fotogrammi. Dopo averli importati in Lightroom, si raggiunge il punto in cui le immagini sono tutte in fila e non associate fra loro. A questo punto entra in gioco l’auto-stack:
selezionare Photo > Stacking > Auto-Stack by Capture Time… dal
 menu principale del programma.

Il menu di LR per impostare l'autostack

A questo punto appare questa finestra che chiede qual’è l’intervallo di tempo entro il quale le fotografie devono ritenersi ‘simili’ e quindi essere associate l’una all’altra. Impostando questo parametro a 2 secondi tutte le fotografie scattate a 2 secondi di distanza l’una dall’altra saranno ritenute simile e verranno unite (traducendo letteralmente dall’inglese: impilate).
Mentre muoverete il selettore vedrete che la libreria si aggiornerà in base alle vostre impostazioni, quando avrete raggiunto il risultato desiderato premete sul tasto ‘stack’.

La finestra di dialogo di LR

ed ecco il risultato nella mia library:

La library con l'autostack attivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *