La DAD Deutscher Adressdienst sta inviando per posta ordinaria, spazzatura a tutti gli intestatari di domini internet presentandosi come “Registro Internet Italia” o “Registrazione Internet Italia per le imprese”.

Attenzione che il Registro del ccTLD “it” (conosciuto come NIC) è del tutto estraneo all’iniziativa.

Qui la smentita ufficiale del NIC.

Altra cosa da tenere presente, nelle lettere che arrivano ai clienti si legge, scritto con caratteri piccoli, che firmando la lettera e restituendola via fax si ci impegna a pagare 858 euro per l’inserzione valida tre anni. Per maggiori informazioni questi signori rimandano al sito internet www.registro-italiano-in-internet.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *