Ecco la risposta di wired. Annalee Newitz ha provato immaginare alcuni possibili scenari. Lettura divertente ma che fa riflettere (in inglese).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *