Ed eccolo, puntuale come un orologio, l’avviso dei security manager sulla possibilità della nascita di un worm che, attaccando i client degli IM potrebbe bloccare centinaia di macchine al secondo.
Sicuramente le premesse ci sono, i primi exploit per i vari client hanno fatto la loro comparsa recentemente.
Secondo i dati raccolti da IMlogic il numero di attacchi che hanno come obiettivo i client di IM sono aumentati del 30% da settembre. L’aumento è stato del 1300% (!!) dall’Ottobre del 2004 all’Ottobre del 2005. Negli utlimi due mesi i worm installabili nei client di IM sono cambiati profondamente: da semplici keylogger a worm capaci di disabilitare i sistemi di sicurezza installati sulla macchina client e capaci di aggiungere spyware capaci di catturare le password digitate dall’utente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *